Love Coach: io ho inventato te come tu hai inventato me, seconda parte

love coachNell’articolo precedente Love Coach: io ho inventato te come tu hai inventato me, ne consegue che, all’interno di una relazione amorosa adulta, quando a prevalere saranno i modelli positivi del sé, come persona degna di amore, allora penserà di essere amato profondamente e rispettato dal partner, ma quando prenderanno il sopravvento i modelli negativi del sé, come persona vulnerabile e non degna di amore, allora sarà facilmente trascinato nel tunnel della gelosia più estrema, dando vita ad una relazione ossessiva, possessiva.

Vediamo ora dove siamo arrivati nella terra dell’attaccamento, prendetevi tutto il tempo necessario, non c’è fretta, e provate a rispondere a queste domande….. siate sinceri e  forse imparerete qualcosa di più su voi stessi … un passo in più nel cammino per ri-trovarsi ….

Pensa alle persone che ti hanno accudito o influenzato quando eri bambino.

Chi sono? ….
Scegline cinque o sei e pensa alle tue interazioni con loro. Scrivi i loro
tratti positivi e quelli negativi.

Cosa ti piaceva quando stavi con loro? ...
Cosa non ti piaceva? ...
Infine per ogni persona, indica qualcosa che avresti voluto ma non hai mai
avuto. Non esitare a mostrare la tua rabbia, le tue ferite, il tuo dispiacere.
Quali somiglianze noti tra queste e il tuo partner attuale? …
Quali tratti hanno in comune? …

Fatto questo piccolo ma importante esercizio avrai sicuramente delle risposte alle tue domande ,quelle alle quali  non ha mai saputo dare delle risposte.

Non ti preoccupare le risposte sono dentro di te. E’ solo successo che nessuno ti ha mai indicato dove sono  e come  fare per leggerle.

Se ti ritrovi in questa situazione chiamami o scrivimi sarò felice di essere il tuo Love Coach che ti guiderà alle tua personali chiavi di lettura, trovi come puoi fare nella sezione contatti di questo sito.

ANNA DE ANGELIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *